Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione. Per saperne di più o modificare le tue preferenze clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie

 

Aldo Zenoni è Professore Ordinario di Fisica Sperimentale presso il Dipartimento di Ingegneria Meccanica e Industriale dell’Università degli Studi di Brescia dall’anno 2000. È stato anche Ricercatore dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (INFN) per un decennio, e per un periodo di due anni “Paid Scientific Associate” presso il Centro Europeo di Ricerche Nucleari (CERN) di Ginevra. Dal 1997 al 2003 è stato Segretario Scientifico della Divisione di Fisica Nucleare della Società Europea di Fisica. È stato Preside della Facoltà di Ingegneria dell’Università degli Studi di Brescia dal 2009 al 2012 ed è attualmente Presidente del Presidio della Qualità di Ateneo nonché Delegato del Rettore al Sistema di Assicurazione della Qualità di Ateneo. È anche membro del Comitato scientifico del Collegio di merito Luigi Lucchini di Brescia.
I suoi principali interessi scientifici si collocano nel campo della ricerca sperimentale in fisica nucleare e delle particelle elementari e delle applicazioni delle tecniche nucleari all'industria e alla sicurezza civile. La sua attività di ricerca sperimentale si è svolta in numerose collaborazioni nazionali e internazionali al CERN di Ginevra, presso l'acceleratore LEAR, in studi di interazioni materia-antimateria e produzione di particelle esotiche, ai Laboratori Nazionali di Frascati, dell'INFN, presso il collisionatore elettroni positroni DAPHNE, in studi di fisica degli ipernuclei, nonché presso i Laboratori Nazionali di Legnaro dell'INFN nel progetto SPES, per la produzione di intensi fasci di nuclei radioattivi, e presso il reattore nucleare di ricerca del laboratorio LENA dell'Università di Pavia, su tematiche di radioresistenza di materiali. È il responsabile del Gruppo di Ricerca in Fisica Nucleare fondamentale e applicata presso il suo Dipartimento e ha pubblicato più di 130 articoli, con "referee", su riviste scientifiche internazionali..